Gita Cinqueterre

Le Cinqueterre sono costiuite da cinque borghi che dal 1997 fanno parte del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. I borghi delle Cinque Terre hanno avuto origine, nella struttura attuale, nell’XI secolo, mentre il documento più antico che le ricordi risale alla metà dell’anno mille.
Monterosso ubicato al centro di un piccolo golfo naturale.
A Monterosso ha soggiornato anche il poeta Montale, di cui ha raccontato nella poesia “I limoni”.
Da visitare la Chiesa di San Giovanni Battista nel centro storico ed il Convento dei Cappuccini e Chiesa di San Francesco, in cui si può ammirare un dipinto attribuito al van Dyck; tra le architetture militari si evidenziano l’antico castro obertengo e la torre denominata “Aurora”.
Vernazza è ricordato per la prima volta nel 1080 quale base marittima degli Obertenghi.
Il suo caratteristico porticciolo rende particolarmente suggestivo l’attracco dei natanti ed il suo borgo è considerato uno dei più belli d’Italia.
Meritano una visita il Castello dei Doria, il Bastione Belforte e la torre di guardia e avvistamento sul promontorio.
Corniglia si caratterizza per il fatto di essere l’unico borgo delle Cinqueterre non affacciato direttamente sul mare. Le origini del borgo risalgono all’epoca romana. Da visitare il borgo con il suo carugio.
Manarola sorge nel tratto finale della valle del torrente Groppo ed è contraddistinto da abitazioni variopinte, costituite dalle tipiche case-torri genovesi che si affacciano una sull’altra sulla via principale. Da vedere il Castello, oggi abitazione privata.
Il cui nucleo originario di Riomaggiore, invece, risale al VIII secolo, ma è nell’anno mille che la popolazione si insedia lungo la costa. Da visitare il centro storico e la chiesa neogotica di San Giovanni Battista.